Elezioni Regionali. Ecolobby “interroga” candidate e candidati

Quattordici domande impegnative, per valutare la preparazione, la competenza e la volontà politica delle candidate e dei candidati, sia alla Presidenza della Regione, sia come semplici Consiglieri Regionali, sul tema della Transizione Ecologica.

“Non daremo la pagella ai candidati, non diremo se hanno risposto “giusto” o “sbagliato”, bene o male, semplicemente metteremo le loro risposte a disposizione dei cittadini, perchè la valutino, e del pubblico dibattito” – dice Mauro Romanelli, Presidente dell’Associazione.

Come Ecolobby ci interessa che la questione della transizione ecologica sia al centro dell’attenzione in questa ultima settimana, e vogliamo con queste domande stimolare i candidati ad esprimersi, ed anche a documentarsi, se si accorgono di non essere preparati su tutto.

Le domande toccano uno spettro di argomenti molto ampio, e non solo i temi regionali, ma anche le politiche nazionali ed europee.

In ogni caso, ci interessa rimanere in contatto con candidate e candidati anche dopo le elezioni.

Per questo li invitiamo ad aderire al nostro Gruppo di Discussione Facebook, “Ecolobby – Gruppo di Discussione”, un gruppo che ha già quasi duemila partecipanti, per seguire e intervenire nel dibattito

LE DOMANDE DI ECOLOBBY

1. Cosa pensi del Green New Deal approvato a livello europeo?

2. Cosa pensi del Piano Nazionale Energia e Clima italiano?

3. Commenta questa affermazione: la Regione Toscana dovrebbe essere all’avanguardia sull’installazione di nuovi impianti di energie rinnovabili a prescindere dal contributo dell’energia geotermica (ovvero: l’energia geotermica non può essere motivo per realizzare meno energie rinnovabili di altro tipo, ad esempio solare ed eolico)

4. Commenta questa affermazione: gli impianti di geotermia a ciclo combinato a completa reiniezione di gas (quindi senza emissioni), ed i parchi eolici, a mare e sui crinali, sono un contributo fondamentale per la conversione ecologica. Se la realizzazione di questi progetti incontra problematicità con le comunità locali, bisogna adoperarsi per compensazioni e per una mediazione con i cittadini, ma nell’ottica di realizzare comunque gli impianti, perché la transizione ecologica è un’emergenza mondiale irrimandabile ed è comunque la priorità

5. Cosa pensi dell’impianto di rigassificazione Eni progettato a Stagno?

6. Cosa pensi del progetto di ampliamento dell’aeroporto di Firenze ?

7. Cosa pensi della gestione del verde nei Comuni Toscani, e dei progetti di forestazione urbana annunciati dalle amministrazioni comunali e dalla Regione?

8. Conosci l’iniziativa nazionale e della Regione Puglia per il reddito energetico? Ti impegni a sostenerla per la Toscana?

9 Ti impegni affinchè la Toscana faccia un lavoro di massimo stimolo e informazione affinchè cittadini e imprese aderiscano all’iniziativa dell’ecobonus e alla possibilità di costituire comunità energetiche?

10. Come realizzeresti, se la realizzeresti, la strategia rifiuti zero in Toscana?

11. Quali provvedimenti prenderesti per la politica delle aree protette in Toscana, ivi compreso il cosiddetto Parco della Piana, e per la tutela delle Alpi Apuane?

12. Quali provvedimenti prenderesti per potenziare il trasporto pubblico urbano ed extraurbano?

13. Cosa pensi dell’idea di una proposta di legge regionale cemento-zero da proporre trasversalmente insieme a tutte le forze disponibili?

14. Ti impegni a tenere un rapporto di contatto con Ecolobby e con le associazioni e i movimenti Ecologisti, favorendone l’espressione nelle Istituzioni, attraverso la richiesta di audizioni, la presentazione di iniziative di legge, emendamenti, mozioni concordate, ecc?